#MaketoCare: il pre-Silicon Valley di Nicola Gencarelli (Click4all)

[Come avrete letto nel post precedente siamo in partenza per una nuova esperienza: una settimana di incontri in Silicon Valley sull’assistive technology insieme ai vincitori del contest #MaketoCare di Sanofi Genzyme. Da oggi è anche on line la pagina Facebook dedicata a #MaketoCare. Uno dei vincitori, Nicola, founder di Click4all, ci parla delle sue aspettative a pochi giorni prima della partenza per la Silicon Valley]

Luca ed io siamo arrivati alla vigilia di questa partenza per la Silicon Valley a pochi giorni dall’uscita di Click4all sul mercato, alla fine di un percorso faticoso iniziato 3 anni fa con la costruzione del nostro primo prototipo (una romantica scheda Arduino assemblata dentro un porta pranzo di plastica!).

Cosa ci aspettiamo da questo viaggio? Luca, ingegnere, vera anima hacker del nostro team, è sicuro che troverà pane per i suoi denti nella “valle del silicio”.

Abituato com’è a smontare le cose (metaforicamente e letteralmente) per cercare con un colpo di saldatore e di inventiva di renderle accessibili alle persone con disabilità, allo stesso modo credo che affronterà l’avventura in Silicon Valley.

Cercherà di smontarla per capire come funziona.

Per capire quali sono le metodologie, l’approccio produttivo, il milieu culturale che rende così efficace il modello di ideazione e diffusione della tecnologia.  

Io, educatore, sono invece davvero curioso di capire come, in un contesto a così alto potenziale di innovazione tecnologica, si affronta il tema dell’accessibilità delle tecnologie digitali.

Se e come, in altre parole, si cerchi di fare in modo che le tecnologie non siano il fine ma il mezzo di un processo di apprendimento, di miglioramento della qualità della vita o di un percorso riabilitativo.

Se e come, oltre a inventare nuova tecnologia e confezionare nuovi prodotti per il mercato, si creino le condizioni per colmare l’ultimo miglio che separa la tecnologia dalle necessità reali delle persone.

••••

Click4all è un kit educativo pensato per l’inclusione di bambini e giovani adulti con disabilità motorie e cognitive complesse.

Click4all permette di  costruire pulsanti creativi per interagire con il digitale. Tessuti, stagnola, pongo altri materiali possono essere utilizzati per creare oggetti interattivi per giocare con un computer, navigare su internet, suonare uno strumento digitale, ecc. Click4all è un progetto nato da Fondazione ASPHI, una onlus che si occupa di tecnologie digitali per l’inclusione scolastica, sociale e lavorativa delle persone con disabilità.

 

Pubblicato in News Taggato con: