Mindset Program 5° Ed: vi presentiamo gli innovatori dell’Emilia-Romagna che volano in Silicon Valley

Ci siamo quasi: tra meno di una settimana inizierà il Silicon Valley Mindset Program – 5°Edizione per i 10 innovatori selezionati da ASTER e dalla Regione Emilia-Romagna. Saranno due settimane immersive fatte di incontri, networking, visite e workshop.

Ma conosciamo i 10 innovatori emiliano-romagnoli in partenza!


Di origine francese, Camille Bata ha lasciato all’età di 18 anni la casa dei genitori per andare a studiare Medicina Veterinaria all’Université Libre de Bruxelles. Dopo il conseguimento di un Bachelor ottenuto con distinzione, si è trasferita a Bologna dove prosegue gli studi parallelamente allo sviluppo dei suoi progetti imprenditoriali. Il progetto sul quale sta lavorando consiste nella creazione di una piattaforma digitale basata sul principio dell’economia condivisa, permettendo la condivisione di beni e servizi direttamente tra i privati.


Valerio Pappalardo, con una formazione in marketing e food innovation, vuole combattere il trend dei pasti solitari dei lavoratori, responsabili di peggiori performance, isolamento sociale e disordini alimentari. Il suo obiettivo è costruire una piattaforma che permetta di ottimizzare la pausa pranzo tramite la tecnologia ed esporti l’ingrediente cardine della dieta mediterranea: la convivialità.


Nicola Masotti, da sempre appassionato di informatica e nuove tecnologie, è un ricercatore nel campo della realtà aumentata applicata al controllo del traffico aereo. Un anno fa, la sua proposta di cambiare il volto dell’IT nelle torri di controllo grazie all’impiego di strumenti di realtà aumentata ha ottenuto il sostegno della comunità europea. Oggi, la stessa idea, è una delle applicazioni più promettenti di queste tecnologie. Nicola è alla costante ricerca di investitori e stakeholders dell’industria aeronautica che lo aiutino a trasformare la sua idea in un servizio B2B di scala globale.


Davide Ameglio, classe 1993, appassionato di mercati finanziari e tecnologia. Si laurea in “Economia e Finanza” dopo essersi diplomato in informatica. Attualmente sta conseguendo la magistrale in “Finanza e gestione del rischio” presso l’università di Parma. Proprio in questo ultimo corso di studi, inizia ad elaborare la sua tesi di laurea in “Algoritmi innovativi per il calcolo del rischio di credito e assicurativo”, da cui in seguito sboccia il desiderio di avventurarsi in un progetto di startup. Nasce così CreditAI, ambizioso progetto che si prefigge lo scopo di utilizzare un modello innovativo per il calcolo del rischio attraverso i dati mobile degli utenti. Il servizio, a differenza dalle banche tradizionali, può valutare e assegnare un “credit score” anche ai richiedenti prestito che non hanno dati pubblici, come nei mercati emergenti.


Franca Castelli ha iniziato la sua carriera in grandi multinazionali per poi focalizzarsi sul digital marketing fino a ricoprire il ruolo di Head of E-Marketing Operations per la sede italiana di un importante gruppo francese. Nel 2011 ha vinto la Business Idea Competition organizzata dal Comune di Milano e SDA Bocconi e oggi con JobReference mira a fornire agli utenti maggiori informazioni sulle aziende, scritte sulla base dell’esperienza di colloquio/lavoro/stage di altri utenti.


Claudio Venezia, da sempre con il desiderio di intraprendere il viaggio dell’ imprenditoria ed essere libero di organizzare il proprio futuro. Il suo progetto vuole realizzare il primo portale ecommerce in Italia specializzato nella fornitura di cibi funzionali. La missione del progetto è promuovere uno stile di vita sano e bilanciato, proponendo cibi in grado di apportare benefici tangibili attraverso menù strutturati da professionisti del settore. Grazie all’esperienza di chef, personal trainer e nutrizionisti, le ricette realizzate saranno in grado di aiutare il consumatore nel raggiungimento dei suoi obiettivi. Tutto con un semplice click.


Duccio Catalioto, nato nel 1990, inizia a lavorare sul web a soli 16 anni, complice la passione sul mondo Linux, le tecnologie web e lo spirito imprenditoriale. Col passare del tempo lancia diversi progetti innovativi, primo tra questi è aGratis (2009), un servizio web basato sull’affiliate marketing dove venivano regalati premi in cambio di registrazioni a siti web sponsorizzati. La piattaforma raggiunge più di 10 mila utenti in meno di un anno. All’età di 20 anni lancia Metwit, un’app per iPhone sul meteo in realtime stile Foursquare.  Nel 2011 il progetto Metwit viene selezionato e finanziato con 25 mila dollari da SeedStartup, un acceleratore di startup di Dubai (parte del network TechStars), per 3 mesi di incubazione nel deserto. A Maggio 2013 TechPeaks.eu seleziona Metwit per partecipare alla prima edizione del primo acceleratore di persone al mondo, a Trento. In questa occasione si aggiudica un grant da 25 mila euro con yoCrowd, una nuova società con la stessa tecnologia di Metwit. A fine 2014, dopo un’esperienza a San Diego, lancia un nuovo progetto: TextRanch.com, un servizio di revisioni di testi Inglesi on demand.


Cosimo Maria Palopoli, classe 94’: giovanissimo tecnologo alimentare, pianista, compositore e studente. Attualmente frequenta il corso magistrale Scienze e Tecnologie Alimentari presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza. È l’ideatore del progetto COLUMBUS’ EGG TM . Creativo, visionario e incorreggibile sognatore: “Il mio più grande desiderio… abbattere gli sprechi e i confini alimentari attraverso tecnologie innovative hi-tech nel packaging.”


Luca Domeniconi: Ingegnere e sportivo ultra competitivo. Ha fondato il progetto per aiutare le persone a raggiungere il loro massimo potenziale nello sport. L’idea è quella di migliorare le prestazioni attraverso l’introduzione nelle calzature sportive di materiali di nuova generazione e di tecnologie altamente innovative.


 

La prima volta che Federico Giannini ha attivato un account Facebook non pensava lo avrebbe fatto lavorare e gli avrebbe dato così tante soddisfazioni. Ha iniziato a studiare e testare gli strumenti per sé stesso, sui suoi progetti, ed è stato questo che ha fatto la differenza nel costruire una competenza solida. Il suo progetto mira ad aiutare studenti e lavoratori nel trovare il giusto appartamento o la giusta stanza in base ai propri bisogni. Il matching non riguarda solo le caratteristiche dell’alloggio, ma anche l’affinità personale (calcolata tramite un algoritmo proprietario) dei potenziali coinquilini. Federico inoltre si occupa di fare consulenza digital a grandi aziende ed è formatore sull’utilizzo dei social network per il proprio business per le startup dell’incubatore TIM WCAP.

 

Pubblicato in In evidenza, News Taggato con: ,